Dente....porta dentino

eh si....gli anni passano (del tempo non parliamone và)
e la Pupa cresce
a luglio compie 6 anni
a settembre inizierà la scuola primaria (o scuola elementare che dir si voglia)

e........."mmmammmmmaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa.....vedi?vedi?vedi?vedi?......questo dentino si muove!!!!!lo sento!"

eh si, cresce, sembrava ieri che li stava mettendo questi benedetti denti (lei ne metteva 2 alla volta, così...giusto per non farsi mancare niente)
e adesso si stanno muovendo e, giustamente, è cominciata la storia del Topolino dei denti
lei non vede l'ora che questo dentino caschi per poter mettere il soldino nel suo salvadanaio

ma.....dove lasciare il dentino???
sotto il cuscino?.....
ma voi non la conoscente, lei è talmente maldestra che lo perderebbe dopo nemmeno un secondo

ho trovato in rete diverse soluzioni
la più classica è la scatolina di legno con inciso il disegno di un dente 
e poi...ho trovato il dentino di feltro
con una taschina dove lasciare il dentino per trovarci, la mattina, il soldino
io ho usato questo modello, trovato su pinterest, ma ho fatto le mie modifiche
 

e secondo voi non l'ho realizzato????

ecco qua il suo dente portadentino, appeso alla porta della sua cameretta, così il topolino trova subito dove andare

sul Fronte ho applicato due cuoricini per le guance, gli occhi, un bottone per il naso, un nastrino, e ho disegnato con il filo nero le ciglia e le labbra
 sul Retro ho applicato un cuore, dove riporre il dentino e il soldino, e l'ho decorato con delle letterine e dei brillantini adesivi che ho trovato in cartoleria



ah....il dente non è ancora caduto, ma noi non abbiamo fretta ;-)

Sciroppo, essenza e sale

di tutto un pò in questo post



non ho scritto che ho fatto pure il dado di carne,  ne avevo già parlato tempo fa

oggi vi parlo, nell'ordine, di
Sciroppo al miele, zenero e limone
Partiamo con lo zenzero, è una pianta erbacea delle Zingiberaceae (la stessa famiglia del Cardamomo) originaria dell'Estremo OrienteColtivata in tutta la fascia tropicale e subtropicale, è provvista di rizoma carnoso e densamente ramificato dal quale si dipartono sia lunghi fusti sterili e cavi, formati da foglie lanceolate inguainanti, sia corti scapi fertili, portanti fiori giallo-verdastri con macchie porporine. Il frutto è una capsula divisa da setti in tre logge.
 Il rizoma essiccato, generalmente commercializzato in polvere, è impiegato come spezia in cucina e nella preparazione di liquori e bibite (in particolare del Ginger ale) come aromatizzante. Ha proprietà stimolanti la digestione (stomachico), stimolanti la circolazione periferica, antinfiammatorie ed antiossidanti, e si ritiene tradizionalmente contribuisca alla conservazione ed all'esaltazione dei sapori delle pietanze cui è solitamente associato. Il rizoma possiede una evidente azione antinausea, antiemetica (contro il vomito), antipiretica e antinfiammatoria.
I limoni sono i frutti dell'albero di limone (Citrus limon) una pianta della famiglia delle Rutaceae. Alleati del sistema immunitario, favoriscono la digestione e aiutano la pelle a mantenere benessere e lucentezza,Per difendersi dagli attacchi di influenza e raffreddore è particolarmente indicata, perché abbassa i livelli di istamina, composto organico che fa arrossare gli occhi e colare il naso. Ha inoltre un forte effetto antiossidante e aiuta l'organismo anche nella produzione di collagene, ovvero la sostanza che tiene unite tra loro le cellule e che partecipa alla guarigione da ferite o tagli.
Il limone, per la ricchezza di antiossidanti in essi contenuti, è uno degli alimenti anticolesterolo per eccellenza, utile anche come anti-cancro.
I limoni contengono anche altre sostanze, come limonina e limonene, che limitano i danni cellulari da cui può derivare la formazione di tumori. L'acido citrico e i citrati (sali) in esso contenuti sono dei naturali regolatori di acidità. Il gruppo delle vitamine B è importante per l'equilibrio nervoso, per la nutrizione e per l'equilibrio della pelle. I limoni hanno proprietà antisettiche, toniche, fluidificanti, emostatiche, carminative, vermifughe, alcalinizzanti.
 e, per ultimo, il miele millefiori  Il miele millefiori, come dice il nome stesso, è un miele prodotto da più tipi di fiori, è uno dei più comuni e più diffusi e ha un sapore delicato. Ottimo per chi deve energizzare e depurare l'organismo, ha funzione stimolante e regolatrice, 
I principi nutritivi contenuti nel miele millefiori sono maggiori rispetto agli altri mieli, in quanto sono ricchi di pollini di provenienza diversa. Contiene infatti molti minerali e antiossidanti.
Si tratta di un miele ottimo per i bambini e per chi è in fase di crescita. Le gestanti trovano giovamento dall'apporto nutrizionale, così come chi è in convalescenza e le persone anziane, in quanto rinforza e incrementa le energie fisiche.
Coadiuvante efficace nel trattamento degli stati influenzali, aiuta a placare la tosse e le malattie polmonari, essendo anche un buon antibatterico naturale. Il miele millefiori stimola l'intestino e l'apparato digerente, così come è particolarmente apprezzato per la depurazione del fegato e per migliorare la circolazione.
Usato esternamente è ottimo per nutrire pelle e capelli, favorisce la cicatrizzazione di bruciature e ferite ed è quindi un ottimo ingrediente per maschere naturali e impacchi.

quindi, in questo periodo di malanni, di raffreddori, tosse, febbre(tiè) perchè non provare a preparare questo sciroppo di cui tutti parlano, sui vari gruppi Facebook????
Ingredienti:
20 gr. di zenzero
3 limoni
500 gr. di acqua
270 gr. di miele millefiori

Procedimento BIMBY:
tagliare a fettine zenzero e limone con la buccia, mettere nel boccale,  aggiungere acqua e miele
70 min. 80° vel. soft
terminata, filtrare con un colino e versare in una bottiglia di vetro
Posologia:
1/2 cucchiaino ogni 2 ore per i bambini da 1 a 5 anni
2 cucchiaini ogni 2 ore per i bambini dai 5 ai 12 anni
2 cucchiai ogni 4 ore per bambini sopra i 12 anni e per gli adulti

noi, io e i miei genitori, non abbiamo seguito molto questa posologia (soprattutto dovuto al fatto che noi lavoriamo e la bimba è a scuola), noi prendevamo un cucchiaio la mattina e uno la sera prima di coricarsi, e, devo dire che ha aiutato molto a far passare la tosse

Ovviamente: non dico che è una mano santa, e che faccia miracoli, io ho voluto provare, perchè non c'era una tosse che necessitava di visita medica, ha aiutato si, ma, ricordate che, se sentite che la tosse è bruttina, un giretto dal medico è meglio


Altra preparazione è stata l'essenza alla vaniglia
io uso le essenze e gli aromi quando le ricette lo richiedono, adesso che è stagione di arance, preferisco grattuggiare la buccia, un'essenza che uso molto è la vanillina, e, avevo letto un modo semplice, per poterla realizzare:
1 baccello di vaniglia
zucchero di canna
incidere il baccello di vaniglia e estrarne i semi e metterli nel boccale
tagliare poi a pezzi il baccello e metterlo nel boccale
aggiungere 2 cucchiai di zucchero di canna
tritare 10/15 sec. vel 9/10 e lasciar depositare


ultima preparazione il SALE AGLI AGRUMI
tornando sempre al discorso, è stagione di arance, trovo su una news letter, la ricetta di questo sale, adatta per le carni bianche, ecco qui il link di partenza
come prova, io ho fatto la mezza dose, e il risultato è questo, due bei vasettini di sale
Ingredienti:
200 gr. di sale grosso
1 arancia
1 limone
Procedimento:
1) pelare gli agrumi con il pelapatate evitando di eliminare anche la parte bianca sotto la buccia
2) nel boccale mettere il sale grosso con le bucce: 1 min. vel. 10
3) ne uscirà una pappetta umida, io l'ho stesa sul piatto crisp del forno a microonde e l'ho fatto asciugare, alla massima potenza, per 10/15 minuti, mescolandolo ogni tanto, deve risultare un blocco ben secco e poi l'ho tritato 20 sec. a vel. 10, ho lasciato depositare un attimo, e poi l'ho invasato
 - se non usate il microonde, lo stesso procedimento si può fare con il forno normale, a 150° per il tempo necessario, mescolando di tanto in tanto, fino a che non sarà perfettamente asciutto.
- la ricetta prevedeva di far  seccare prima le bucce, io ho preferito fare così, le bucce mantengono di più l'aroma e il profumo e poi, intanto che asciuga in forno, avrete un fantastico profumo agrumato per casa!!!!!!






Natale 2016 - Pensierini

e dopo il post delle creazioni per la casa, eccomi qua a scrivere il post dei pensieri natalizi per il Natale appena trascorso

avevo mille idee per la testa, poi, la stanchezza, la disorganizzazione dopo il trasloco ho il materiale un po' sparso in giro e, lavorando soprattutto di sera dopocena, non potevo continuamente fare su e giù e spostare e cercare, quindi mi sono adattata in base a quello che avevo in pronto uso

i pensieri del 2016 erano composti da una creazione manuale in feltro e da preparazioni culinarie

prendendo ispirazione da Pinterest, ho preparato dei semplici svuotatasche
ho ritagliato vari quadrati di feltro, della misura di 25 cm e mi sonno munita di nastrini di varie fantasie

ritagliato il quadrato feltroso ho tagliato per circa 8 cm. nei quattro angoli e ho unito i lembi opposti con uno spillo
ho poi bucato il feltro con il perforatore per le cinture e ho unito i lembi facendo passare i nastrini attraverso i fori, due bei nodini stretti e lo svuotatasche è pronto
molto semplice e molto easy, a seconda delle misure, si possono creare varie capacità

ho creato due tipi di "cestini"
quello gastronomico, dove ho messo un vasetto di Nocciole Pralinate
sono molto semplici da fare e sono anche molto gustose (attenzione, diventano un po' secche, attenzione ai denti), vi riporto qui la ricetta che ho utilizzato con il Bimby
200 gr.di nocciole NON spellate
100 gr. di zucchero di CANNA
10 gr. di burro
10 gr. di acqua
3 gr. di cannella in polvere

Mettere nel boccale nocciole, burro, zucchero e cannella, 6 min. Varoma, vel. 1, antiorario,
aggiungere l'acqua, 9 min. Varoma, vel. 1, antiorario
versare il tutto sulla placca, ricoperta con carta forno, 15 min. a 150°
raffreddare e insacchettare
Postilla: io le ho fatte tre volte, la prima volta ho seguito questa ricetta passo passo, le altre due volte ho omesso il  burro, ho semplicemente versato nocciole, zucchero e cannella e ho mischiato 30 secondi vel,1 antiorario, ho aggiunto l'acqua, circa il doppio, 15 min. Varoma, vel. 1, Antiorario (se anche dovesse scivolarvi più acqua procedete fino ad asciugatura dell'acqua) e poi ho passato tutto in forno


Altra preparazione gastronomica per questo Natale, i Cantucci
vi riscrivo la ricetta, ne avevo già parlato qui:
2 uova
250 gr. di zucchero
250 gr. di farina
150 gr. di mandorle
1 cucchiaino di lievito
pizzico di sale

Per prima cosa tritare le mandorle, 30 sec. vel. 4, e mettere da parte
Polverizzare lo zucchero: 30 sec. vel. 8 e lasciar depositare
Aggiungere le uova: 30 sec. vel. 5
Aggiungere sale e farina: 20 sec. vel.4
Aggiungere lievito e mandorle (e una punta di bicarbonato) 30 sec. vel. 5
L'impasto risulterà un pochino appiccicoso ma, con le mani bagnate o con la carta forno creare dei filoncini e disporli sulla placca ricoperta con carta forno
Infornare 15 min. a 160° e 10 min. a 180°
Togliere dal forno e tagliare i filoncini diagonalmente
Disporrei cantucci sulla placca e infornare nuovamente
Solitamente io taglio inforno e spengo il forno e li lascio lìUltimo prodotto gastronomico, non di mia produzione, le Lenticchie di Colfiorito
Quest'anno ho volutamente scelto questo prodotto, per aiutare le aziende delle zone colpite dal terremoto dello scorso ottobre, personalmente non sono mai stata a Colfiorito, ma sono zone che conosco bene dai racconti di mia zia che, appena riusciva, andava sempre alla fioritura delle lenticchie, mi hanno detto che è uno spettacolo fantastico, che merita di essere visto
Considerato che mio padre è marchigiano, anche il suo paese di origine ha subito diversi danni, mi è sembrato ovvio poter dare una mano, piccola, a queste zone



Ho poi creato anche dei cestini di bellezza, proprio quel classico pensierino rapido e veloce per alcune amiche
Per due sorelle e un'altra ragazza, ho trovato delle calzine molto carine con dei cagnolini, e ho messo un docciaschiuma e una crema mani
proprio un pensierino semplice, che però è stato apprezzato



Natale 2016 - Creiamo!!!

ed eccomi qua, con un post creativo
e, quale periodo dell'anno migliore di questo, per esprimere la creatività???

N A T A L E


a dirla tutta, saranno almeno 4 mesi che continuo, imperterrita a seguire Pinterest e tutte le mille mila proposte, salvo che poi, realizzo con tanto dispiacere, che di tempo per fare tutto non ne ho

esattamente il 22 settembre, ricevo un messaggio dalla amica Consi Roberta "sto tagliando il calendario dell'avvento, poi te lo monti da sola"

e io.......casco dalle nuvole

Calendario dell'Avvento????????

a settembre??????????????????

poi la Consi mi ricorda che avevo salvato questo pin l'anno scorso















e mi dice che, fustella munita, sta preparando il materiale per il calendario che farà per la sua nipotina e per la mia bimba

recupero il tutto, ci scambiamo idee su come assemblare il tutto

e io mi metto all'opera
prima di tutto ho incollato le parti bianche alla calza rossa
decido poi di cucire le due parti rosse a punto festone utilizzando il filo bianco
ma.................testona io, decido di fissare le parti bianche a punto filza col filo rosso, creando appunto il contrasto rosso/bianco

non spaventatevi, ma la cucitura è durata tre sere in tutto, più facile a farsi davvero

incollo i numeri e poi????

già, l'idea sarebbe quello di appenderlo a un filo e metterlo....hmmm......il posto ideale in casa l'avrei anche, ma ho la stufa a pellets, quindi escluso

appeso alla porta della cameretta???hmmm non convinceva

sempre consultandomi con la Consi, recuperiamo la classica lavagnetta di sughero
lei decide di appenderli con le puntine
ma io no......testolandia mode on

trovo un nastro rosso brillantinoso e tiro 4 fili, stendo le calzine e le riempio con un pò di caramelle, qualche chupa chupa, delle matite colorate e tante storielle (recuperate in rete)

altro lavoretto natalizio è stata la 
Famiglia Pupazzo
sempre nel mio vagare in rete, questo caso facebook, ho trovato una signora che crea lavori in feltro, stoffa, e li vende, già pronti, oppure il kit con tutto il necessario

eccoli qua, sulla mensolina nuova, con un piccolo filo di luci led a batteria (trovate su opitec)

questi sono stati i miei lavoretti creativi per questo natale

ce ne sarebbe un altro, ma per quello dovete aspettare il post natalizio culinario








Ritorniamo

ammetto che, ho perso proprio la cognizione del tempo,
che avevo perso di vista il blog mi ero resa conto
non mi ero resa conto che era passato così tanto tempo

diciamo che, ci sono alcuni fattori, che mi hanno portato a questo,
il trasloco (fatto) e il conseguente sistema/riordina/sistema/sposta
adesso che il più è fatto, direi che siamo a buon punto

la pupa,le varie cose da fare in casa,lava, stira, cucina
sarà l'età che avanza, sarà che mi sento più stanca
sarà che, vorrei fare 8500 cose tutte insieme, e mi ingarbuglio nel tutto

sarà che poi, ogni tanto, vengo rapita dalla stanchezza e mi fermo

ma, adesso, è giunto il momento di ripartire

riparto con questo post di scuse per chi mi ha seguito nonostante la poltronaggine,
e, subito dopo, seguirà un post creativo

grazie a tutte!!!

Pasta zucchine speck robiola

Buongiorno a tutte
oggi vi propongo un piatto semplice da realizzare e molto molto gustoso

in questo periodo c'è l'invasione di zucchine, noi ne mangiamo parecchie, anche perchè, è la verdura preferita dalla Pupa, quindi cerchiamo sempre ricette alternative per non riproporle alla solita maniera

questa ricetta mi è venuta in mente una domenica che eravamo sole io e lei
ho recuperato gli ingredienti e mi sono detta "proviamo", prendendo, come spunto, la ricetta della pasta risottata fatta nel bimby

Ingredienti:
pasta nel formato che preferite, io prediligo la pasta corta, e ne metto circa 70 gr.  a testa
2 zucchine
1 spicchio d'aglio
100-150 gr. di speck tagliato a listarelle
1 robiola

per questa ricetta ho utilizzato i coperchi Magic Cooker
io li utilizzo molto per la pasta, le verdure e per la frittata che, secondo me, viene perfetta!
in una padella ho messo un filino d'olio e ho messo l'aglio
ho aggiunto lo speck e l'ho fatto rosolare un attimino e poi ho aggiunto le zucchine tagliate a cubetti
ho fatto rosolare tutto a fuoco vivo per qualche minuto poi, nella stessa padella, ho aggiunto la pasta e 2 bicchieri di acqua (per chi usa i Magic Cooker sa che il rapporto acqua/pasta è di 1 bicchiere ogni 100 gr. di pasta), ho mescolato e coperto e lasciato cuocere per il tempo di cottura della pasta

terminato il tempo di cottura ho aggiunto 2/3 cucchiai di acqua e la robiola e ho mescolato a fuoco basso per amalgamare il tutto


è un piatto molto gustoso, lo speck dà il tocco di sapore alle zucchine che, come ben sappiamo, non sono molto saporite e la robiola dà un tocco di cremosità!
 

Portamollette da viaggio

o meglio "organizzatore di clips per capelli"
definizione tradotta da Pinterest

ve l'ho già detto che Pinterest è una rovina per chi crea??
è un pozzo continuo di idee, non passa giorno che non "pinno" qualche novità, aggiunta alla cartella "progetti da provare", ho salvato non so quanti Pin, io e le amiche ci prendiamo in giro dicendo che, non ci basteranno 10 vite per fare tutto!!!

uno dei vari progetti era questo porta clips da viaggio, questi sono in stoffa, e cuciti a macchina, io l'ho realizzato in maniera molto più semplice, con del feltro,
il risultato ottenuto è lo stesso, anche se un pò più spesso




ho ritagliato un rettangolo di 27 cm. di feltro di 3 mm. di colore verde, e l'ho piegato in tre parti
ho ritagliato, utilizzando la forbice anti sfilaccio, un rettangolo di feltro 1 mm. con fantasia a cuori, più piccolo di circa 1 cm. per lato, per l'interno
sempre col feltro 1 mm. ho creato la striscia e una bustina per riporre gli elastici, non prevista nella versione trovata su pinterest, mi sembrava comoda una taschina per riporre gli elastici

ho fissato il tutto con gli spilli
poi ho cucito e fissato con una puntina di colla a caldo, il bottone automatico per la chiusura
e poi, armata di una bella gugliata di filo lungo, ho cucito il tutto

ho poi rifinito con un nastrino colorato e dei cuoricini ritagliati dagli avanzi del feltro fantasia, per abbellirlo un pò



secondo me è un oggetto comodo, soprattutto perchè non si sanno mai dove mettere mollette ed elastici, 
a dirla tutta, questo l'ho preparato e l'ho dato alla Pupa che se lo è messo nel suo zainetto, con alcune mollette, poi avevo la scorta nel mio beauty (perchè ho perso il conto degli elastici rotti e delle mollette perse)


questo è stato l'ultimo lavoretto creato nella vecchia casa, quindi risale ormai a metà giugno, poi trasloco, vacanze e altro, sono riuscita a postarlo solo ora